L'Offerta di Indennizzo

Nel 2008, Becon AG ha formulato un'offerta di indennizzo, motivata da principi umanitari, in favore degli ex dipendenti di Eternit Italia e dei residenti di Casale Monferrato che sono stati esposti all'amianto nel «periodo svizzero». Per «periodo svizzero» si deve intendere quello intercorso tra il 1973 e la dichiarazione di fallimento delle varie società. L’offerta di indennizzo nasce dalle convinzioni filantropiche di Stephan Schmidheiny ed è espressione del sentimento di solidarietà nei confronti delle vittime dell’amianto.

L’offerta di Becon AG non implica il riconoscimento di responsabilità da parte del gruppo Eternit svizzero e dei suoi manager.

Ex dipendenti aventi diritto all’offerta

Becon AG offre un indennizzo agli ex dipendenti (ovvero ai loro eredi) degli stabilimenti Eternit italiani durante il «periodo svizzero» che si sono ammalati a causa della esposizione all’amianto.

Sono abilitati ad accettare l'offerta di indennizzo gli ex dipendenti dei seguenti stabilimenti:

  • Industria Eternit Casale Monferrato S.p.A. con stabilimenti a Casale Monferrato e Cavagnolo
  • Industria Eternit Napoli S.p.A. con uno stabilimento a Bagnoli
  • Industria Eternit Reggio Emilia S.p.A. con uno stabilimento a Rubiera

Con riguardo agli ex dipendenti dello stabilimento di Siracusa, è in corso un programma di assistenza ispirato ad analoghi criteri. Per ulteriori informazioni in ordine a tale programma può essere fatta richiesta a

eternitsiracusa@diamato.eu

Residenti di Casale Monferrato

Nel comune di Casale Monferrato, dove oltre alla Eternit Italia numerose altre aziende si sono occupate della lavorazione dell’amianto, la tragedia ha raggiunto una dimensione particolare soprattutto poiché dall’inizio del secolo scorso i residenti riutilizzavano in modo diffuso, prevalentemente a fini di coibentazione o di pavimentazione, i rifiuti della lavorazione dell'amianto (polverino) nelle loro abitazioni. All’inizio del «periodo svizzero» la consegna di polverino fu immediatamente vietata.

Nel 2009, come espressione di un sentimento di solidarietà verso le vittime, Becon ha esteso l'offerta di indennizzo anche ai residenti di Casale Monferrato (ovvero ai loro eredi). Anche costoro possono ricevere un indennizzo se colpiti da mesotelioma e se durante il «periodo svizzero» sono stati residenti a Casale Monferrato.

Criteri medici

La misura degli indennizzi erogati, stabilita nell'offerta di Becon, dipende dal tipo e dall'entità della malattia e dal periodo di servizio presso uno stabilimento Eternit.

La valutazione della malattia è eseguita, sulla base della documentazione fornita, da un medico di fiducia della Becon AG. Gli indennizzi sono liquidati in base a criteri puramente medici, garantendo la parità di trattamento a tutti gli interessati.

Indennizzi erogati

Nell’ambito del programma di solidarietà promosso da Becon, sono stati erogati più di 1900 indennizzi. Becon sostiene anche la ricerca per la cura del mesotelioma.

Domande presentate e accettate da Becon

Grafik_Desktop.png Grafik_Mobile.png